FAQ ImunoBran® MGN-3

1. Da dove proviene l'integratore per il sistema immunitario ImunoBran® MGN-3?

Per alcuni, il nome "ImunoBran® MGN-3" suona come un lassativo e può essere scoraggiante per coloro che hanno condizioni pericolose per la vita o uno stomaco debole. ImunoBran® MGN-3, tuttavia, ha una buona ragione per essere chiamato così: è un prodotto biologicamente attivo a base di crusca, frazionata e predigerita con enzimi del fungo Shii-take. Il nome ImunoBran® MGN-3 è quindi pienamente giustificato, anche se la pubblicità manca di una certa connotazione scientifica; si potrebbe aggiungere il suffisso "immuno", per esempio. Va ricordato, tuttavia, che oltre alla sua efficacia, ImunoBran® MGN-3 si caratterizza soprattutto per la sua innocuità. Inoltre, essendo costituito da fibre solubili, il prodotto non ha alcun effetto lassativo.

2. ImunoBran® MGN-3 è uno stimolante immunitario o un immunomodulatore?

ImunoBran® MGN-3 è un immunomodulatore che non stimola artificialmente il sistema immunitario. Di conseguenza, le persone che beneficiano maggiormente del prodotto sono quelle il cui sistema immunitario è carente (se il tuo sistema immunitario è normale, la somministrazione dell'integratore ImunoBran® MGN-3 non farà grandi differenze). I modulatori, mantenendo l'equilibrio dei parametri biologici in generale, non inducono effetti collaterali, a differenza degli stimolanti che, agendo su parametri specifici, possono creare uno squilibrio.

3. ImunoBran® MGN-3 è una cura o un trattamento per certe malattie?

ImunoBran® MGN-3 è un integratore alimentare che modula la funzione immunitaria. È quindi altamente raccomandato se porta a una regressione dei sintomi di una particolare malattia o condizione. Tuttavia, ImunoBran® MGN-3 non deve essere considerato un trattamento o una cura per tutte le malattie o condizioni. Il più delle volte è usato con successo come un trattamento aggiuntivo o complementare a un programma (convenzionale o altro), su consiglio medico. Anche se il professor Ghoneum raccomanda un trattamento convenzionale per ridurre i tumori, egli raccomanda l'aggiunta simultanea di ImunoBran® MGN-3 per permettere alla funzione immunitaria di svolgere appieno il suo ruolo e al corpo di ripristinare la sua integrità.

4. ImunoBran® MGN-3 è utile in qualsiasi malattia?

In generale, qualsiasi persona che soffre di una malattia che comporta una diminuzione della capacità del sistema immunitario può aspettarsi un'azione benefica da ImunoBran® MGN-3, anche se bisogna sottolineare che questo prodotto NON è un trattamento in sé, ma un utile integratore da assumere in aggiunta al trattamento. Le malattie/infezioni di origine virale e le condizioni cancerose sono quelle che rispondono meglio a ImunoBran® MGN-3 quando viene somministrato in aggiunta al trattamento appropriato. Tuttavia, è importante informare il proprio medico sugli integratori che si stanno prendendo. Mentre i trattamenti standard del cancro come la chemioterapia e la radioterapia indeboliscono gravemente il sistema immunitario, riducendo così la qualità della vita, non sorprende che uno dei benefici più significativi di ImunoBran® MGN-3 sia il miglioramento della qualità della vita riducendo gli effetti collaterali della terapia.

5. È consigliabile che le persone con malattie autoimmuni prendano ImunoBran® MGN-3?

Le malattie autoimmuni sono condizioni in cui il sistema immunitario, avendo perso la capacità di differenziare tra sé e non sé, attacca il corpo stesso del paziente. Esempi di malattie autoimmuni sono l'artrite reumatoide, la sclerosi multipla, la psoriasi e il morbo di Crohn. Se il problema è grave, i medici prescriveranno degli immunosoppressori per ridurre la gravità dell'auto-attacco. Gli immunosoppressori sono anche indicati per i trapianti di organi, tessuti o cellule per ridurre il rigetto da parte del sistema immunitario. Se si è in trattamento con immunosoppressori, si consiglia vivamente di non prendere ImunoBran® MGN-3, o almeno non senza prima consultare il medico. Una ragione è che nelle persone con malattie autoimmuni, l'attività delle cellule NK tende a diminuire e il numero di macrofagi fluttua in modo significativo. In queste circostanze, ImunoBran® MGN-3 può contribuire a stimolare l'attività di queste cellule NK e ad attenuare le fluttuazioni del numero di macrofagi. Tuttavia, stimolare l'attività dei linfociti prima di ridurre sufficientemente le fluttuazioni può peggiorare i sintomi per circa un mese dopo aver iniziato ImunoBran® MGN-3. Per questo motivo, si raccomanda di iniziare con basse dosi e di aumentarle gradualmente, monitorando attentamente i sintomi. L'effetto antinfiammatorio di ImunoBran® MGN-3 è un ulteriore fattore da considerare. Il dottor Yuzo Endo, consulente della Daiwa Pharmaceutical, che soffre di artrite reumatoide, ha testato ImunoBran® MGN-3 su se stesso.

6. Posso prendere ImunoBran® MGN-3 con qualsiasi farmaco?

È certamente impossibile testare ImunoBran® MGN-3 con ogni farmaco sul mercato. Dopo essere stato assunto da decine di migliaia di persone in tutto il mondo, questo prodotto di crusca digeribile, o gliconutriente, si è rivelato sicuro e senza controindicazioni, tranne naturalmente gli immunosoppressori. È stato anche testato con successo negli ospedali. Tuttavia, se siete sotto trattamento (o state cambiando la vostra dieta), informate il vostro medico prima di prendere questo integratore.

7. Cosa determina il costo di ImunoBran® MGN-3?

Anche se ImunoBran® MGN-3 è "semplicemente" crusca di riso predigerita che è stata frazionata per selezionare specifiche dimensioni molecolari, il processo stesso è molto complesso da eseguire in condizioni farmaceutiche controllate. La produzione di ImunoBran® MGN-3 dalla crusca di riso in questo processo è ancora molto bassa, e rende il prodotto costoso. Aggiungete a questo l'investimento in ricerca e sviluppo sostenuto da Daiwa Pharmaceutical nel corso degli anni per sviluppare il prodotto, e potete capire perché il prodotto è ancora costoso al momento. Il prezzo di ImunoBran® MGN-3 potrebbe solo diminuire in futuro, dato che i costi di sviluppo vengono ammortizzati, i costi di ricerca sono sempre più coperti dagli ospedali e il prodotto viene portato alla produzione industriale.

8. Perché le bustine da 1000 mg di ImunoBran® MGN-3 hanno un peso netto di 2000 mg?

Ogni bustina contiene 1000 mg di ImunoBran® MGN-3 attivo. Il peso rimanente è dovuto all'aggiunta di eccipienti per stabilizzare il prodotto, mantenerne l'integrità (compresse), assicurarne la fluidità (bustine) e preservare ImunoBran MGN-3 (molto idrofilo) dall'umidità.

9. C'è una differenza di efficacia tra bustine e compresse?

I produttori di ImunoBran® MGN-3 assicurano che non c'è differenza di efficacia tra i due formati, essendo 4 compresse equivalenti a una bustina: 1000 mg di ImunoBran® MGN-3 vengono ingeriti in entrambi i casi. (Le compresse sono comode per le persone che assumono basse dosi di ImunoBran® MGN-3 o che vogliono evitare di dover sciogliere la polvere in mezzo bicchiere d'acqua). ) Le bustine vengono assorbite più facilmente e possono essere prese 20 minuti dopo un pasto, mentre le compresse sono meglio prese con un pasto.

10. Quanto ImunoBran® MGN-3 dovrei prendere?

Ogni bustina contiene 1000 mg di ImunoBran® MGN-3 attivo. Il peso rimanente è dovuto all'aggiunta di eccipienti per stabilizzare il prodotto, mantenere la sua integrità (compresse) e garantirne la sicurezza. Come regola generale, dosi elevate di ImunoBran® MGN-3 tendono a ottimizzare il livello immunitario o almeno a normalizzarlo molto più rapidamente rispetto ai dosaggi inferiori, e sono raccomandate nei casi gravi per garantire un rapido recupero. I dosaggi vanno da 1000 mg al giorno a 3000 mg al giorno (3 bustine) o più a seconda del peso della persona. Un adulto sano con un leggero raffreddore o un'infezione prenderà 1000 mg al giorno per fornire protezione immunitaria e prevenire la malattia. Per le malattie immunitarie più gravi o per un recupero più rapido, la dose sarà di 1 bustina al giorno (15 mg/kg/giorno), mentre per le malattie immunitarie molto gravi, saranno consigliate 3 bustine (45mg/kg/giorno) al giorno per 2 mesi, dopo di che la dose sarà ridotta a 1 bustina. (Se allo stesso tempo vengono somministrati trattamenti come la chemioterapia o la radioterapia, allora è consigliabile aumentare ancora la dose di mantenimento a 3g al giorno o più, una settimana prima del trattamento, e fino a 2 settimane dopo). È sempre meglio dividere le dosi giornaliere tra i pasti, ad esempio una persona a cui sono state prescritte 3 bustine prenderà 1 bustina ad ognuno dei 3 pasti principali.r fluidità (bustine), e preservare ImunoBra® MGN-3 (molto idrofilo) dall'umidità.

11. Dopo aver interrotto o ricominciato ImunoBran® MGN-3, quale dose dovrei prendere?

Gli individui che assumono un grammo (1000 mg o 4 compresse) o più di ImunoBran® MGN-3 al giorno sperimenteranno una modulazione immunitaria ottimale dopo due mesi. Se ImunoBran® MGN-3 viene interrotto, la funzione immunitaria di solito ritorna al suo livello originale entro un mese a causa della presenza di fattori immunosoppressivi come malattie, cattiva alimentazione, stress, tossicità, ecc. (...).

12. Quando posso smettere di prendere ImunoBran® MGN-3 in tutta sicurezza?

Con ImunoBran® MGN-3 non è stata osservata iporesponsività o impoverimento dell'effetto nel tempo. Il prodotto può quindi essere assunto indefinitamente. Tuttavia, il costo dell'uso a lungo termine dell'integratore può essere proibitivo, quindi molte persone vogliono sapere quando possono smettere di prendere il prodotto. Se l'hai preso per una condizione definita ed è stata trattata con successo, puoi smettere di prendere ImunoBran® MGN-3 o continuare con una dose di mantenimento molto bassa. Se la sua condizione persiste o progredisce, è meglio continuare a prenderlo. Se smetti di prendere ImunoBran® MGN-3, adotta uno stile di vita sano per ottimizzare la tua funzione immunitaria senza adiuvante.

13. Posso prendere meno chemioterapia se sto prendendo ImunoBran® MGN-3?

La ricerca suggerisce che è possibile ridurre le dosi di chemioterapia quando la capacità del corpo di difendersi aumenta. Anche se ci sono molti studi sugli animali che lo sostengono, noi NON raccomandiamo questa pratica. Consultate sempre il vostro oncologo.

14. Se sto iniziando la chemioterapia/radioterapia e scelgo di prendere ImunoBran® MGN-3 allo stesso tempo, quando posso decidere di iniziare?

Prima è meglio è, a condizione che il vostro oncologo non si opponga. Se il tuo sistema immunitario è forte quando inizi la chemioterapia o la radioterapia, il trattamento sarà più facile da sopportare e gli effetti collaterali saranno minori. Inizia subito con una dose giornaliera elevata (3 grammi o 3 bustine) per normalizzare il tuo sistema immunitario il più rapidamente possibile. Ridurrete gradualmente la dose di ImunoBran® MGN-3 a 1 bustina o 1 grammo al giorno dopo 2 mesi, ma se la chemio o la radioterapia è prolungata, si raccomanda di continuare a prendere la dose più alta per ridurre gli effetti collaterali. (Per essere efficace, questo dosaggio dovrebbe essere iniziato una settimana prima del trattamento e continuato per una quindicina di giorni dopo).

15. Anche i bambini possono prendere ImunoBran® MGN-3?

ImunoBran® MGN-3 è anche molto adatto ai bambini di tutte le età. Le dosi saranno proporzionali al loro peso. Per esempio, un bambino di 20 kg prenderà una dose equivalente a un terzo o un quarto di quella di un adulto.

16. Le donne incinte possono prendere ImunoBran® MGN-3?

Le donne incinte hanno assunto ImunoBran® MGN-3 senza problemi. Tuttavia, Daiwa Pharmaceutical ci informa che non può raccomandare ImunoBran® MGN-3 per questo specifico gruppo di persone fino a quando non saranno stati condotti studi su larga scala nelle donne incinte, anche se il prodotto sembra essere sicuro.

17. Posso dare ImunoBran® MGN-3 ai miei animali domestici?

Molte persone danno ImunoBran® MGN-3 ai loro animali domestici per rafforzare la loro funzione immunitaria. Ad oggi, sappiamo che ImunoBran® MGN-3 è stato somministrato a mammiferi e uccelli. Tuttavia, siamo sicuri che la persona che ha dato questo integratore alla sua iguana preferita si farà subito avanti: gli animali inferiori come i pesci hanno un sistema immunitario più primitivo e ImunoBran® MGN-3 non è raccomandato per loro. Come per i bambini, la dose dovrebbe essere proporzionale al peso. L'assunzione di 15 mg/kg/giorno per un bambino equivale a una dose di 1000mg o 1 bustina al giorno per un adulto.

18. ImunoBran® MGN-3 attraversa la barriera emato-encefalica?

Questo non è stato ancora dimostrato. È altamente improbabile che ImunoBran® MGN-3 attraversi la barriera emato-encefalica, poiché il suo peso molecolare è molto più elevato di quello del glucosio. Questo significa che ImunoBran® MGN-3 è inutile per le persone con una crescita anormale delle cellule neurali? (...). Tuttavia, nonostante la quantità limitata di dati disponibili sugli effetti di ImunoBran® MGN-3 sui tumori cerebrali, la sua somministrazione non può che giovare alla qualità della vita dei pazienti interessati. (Informazioni dal dottor Endo, Giappone).

19. ImunoBran® MGN-3 può essere usato nel trapianto di cellule staminali?

Durante la terapia con cellule staminali, le persone ricevono immunosoppressori per ridurre il rischio di rigetto. Durante questo periodo, qualsiasi prodotto che aumenta la funzione immunitaria dovrebbe essere evitato. Una volta che le cellule staminali sono state trapiantate con successo e gli immunosoppressori sono stati interrotti, ImunoBran® MGN-3 può essere assunto con l'approvazione del medico per aiutare il sistema immunitario a regolarsi.

20. ImunoBran® MGN-3 è un prodotto sterile?

Come tutti gli integratori alimentari naturali, ImunoBran® MGN-3 non è un prodotto sterile. Infatti, qualsiasi processo di sterilizzazione che di solito comporta alte temperature o anche alte pressioni denaturerebbe il prodotto. Tuttavia, è prodotto in un laboratorio farmaceutico e la sua confezione è molto affidabile. Così, anche se il contenuto batterico è estremamente basso in questo prodotto, è uno degli integratori alimentari sicuri sul mercato. ImunoBran® MGN-3 non contiene batteri nocivi.

21. ImunoBran® MGN-3 può essere "fatto in casa"?

Il processo di produzione di ImunoBran® MGN-3 non si limita a mescolare semplicemente i funghi Shiitake con la crusca di riso. Gli enzimi di questi funghi devono essere isolati, mescolati con il riso e poi, dopo un tempo definito, i composti a basso peso molecolare separati per frazionamento dei polisaccaridi a catena corta risultanti. Questo è un processo complesso che è difficile da replicare a casa.

22. ImunoBran® MGN-3 è stato testato sugli animali?

Come azienda giapponese, Daiwa Pharmaceutical è tenuta per legge a testare la DL50 sugli animali per motivi di sicurezza. Questo è un test a cui devono essere sottoposti tutti i nuovi prodotti. Anche se è spiacevole, perché comporta la morte di un certo numero di ratti, questo test è legalmente richiesto. Senza questi dati, nessun comitato etico permetterebbe prove o studi su ImunoBran® MGN-3 negli esseri umani, e il prodotto non potrebbe essere commercializzato. Gli altri esperimenti sugli animali condotti dall'azienda sono prove "croniche" destinate a studiare, nei ratti, gli effetti collaterali e l'attivazione del sistema immunitario di ImunoBran® MGN-3. Nessun animale viene sacrificato durante queste prove. Come azienda responsabile ed etica, Daiwa si sforza di ridurre al minimo i test sugli animali.

23. ImunoBran® MGN-3 contiene OGM?

Niente affatto. ImunoBran® MGN-3 non deriva da organismi geneticamente modificati e non contiene ingredienti geneticamente modificati.

24. Dopo l'incidente nucleare di Fukushima, ImunoBran® MGN-3 potrebbe essere radioattivo?

No. Non solo l'impianto di produzione Daiwa è lontano dall'impianto di Fukushima, ma tutti i lotti di ImunoBran® MGN-3 sono testati per la radioattività. Nessuno di questi lotti testati è mai risultato positivo.

25. Perché i rivenditori sono riluttanti a promuovere i benefici di ImunoBran® MGN-3?

Nella maggior parte dei paesi europei, i rivenditori non sono autorizzati a pubblicizzare i benefici terapeutici degli integratori alimentari. ImunoBran® MGN-3 è quindi venduto come integratore per stimolare il sistema immunitario in crisi. Negli Stati Uniti, gli sponsor sembrano essere liberi di dire di più. Tuttavia, Lane Laboratories è stato appena vietato di rivendere il prodotto negli Stati Uniti a causa delle affermazioni che facevano.